• Edizioni di altri A.A.:
  • 2020/2021
  • 2021/2022
  • 2022/2023

  • Lingua Insegnamento:
    Inglese 
  • Testi di riferimento:
    Ed. Sanja Bogojevi, Xavier Groussot and Jörgen Hettne, eds, Discretion in EU Public Procurement Law, Oxford, Hart Publishing, 2018 (chap. I-VII)

    BEATE SJAFJELL AND ANJA WIESBROCK, eds, SUSTAINABLE PUBLIC PROCUREMENT UNDER EU LAW. New Perspectives on the State as Stakeholder, Cambridge University Press, Chap. III and X.

    EU Commission, PUBLIC PROCUREMENT GUIDANCE FOR
    PRACTITIONERS, February 2018, http://eur-lex.europa.eu
     
  • Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di accrescere la consapevolezza, di base e operativa, dei principali strumenti che regolano l'erogazione di servizi pubblici e l'aggiudicazione e la gestione degli appalti pubblici nella prospettiva eurounitaria. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di comprendere come gestire una procedura di contrattazione pubblica e quali variabili possano essere considerate per introdurre elementi di sostenibilità nei contratti pubblici 
  • Prerequisiti:
    Come definiti dal Regolamento del Corso di Studi.
     
  • Metodi didattici:
    Alle lezioni in aula si aggiungono attività di auto-apprendimento e verifica impiegando la piattaforma Moodle. Circa due terzi dell'attività in aula è costituito da lezioni frontali, un terzo si basa su esercitazioni che impiegano il metodo del problem based learning, vale a dire la discussione di casi concreti presentati con il sussidio della piattaforma e-learning
     
  • Modalità di verifica dell'apprendimento:
    L'esame è composto da una parte scritta che assegna sino a 18/30 e una parte orale che assegna i restanti punti. Per sostenere la parte orale occorre ottenere almeno 10 punti.
    La parte scritta si svolge sulla piattaforma e-learning moodle e consiste in un questionario a risposte multiple ed eventualmente di una domanda aperta.
    La parte orale consiste in un colloquio sui temi del corso nel corso del quale particolare attenzione viene prestata alla capacità di argomentare partendo da problemi e all'acquisizione di un linguaggio tecnicamente appropriato.
    Con i frequentanti potranno essere concordate modalità di suddivisione degli esami in parziali sulla base dei moduli didattici. 
  • Sostenibilità:
    Una parte rilevante de corso (parte III) è dedicata alla sostenibilità negli appalti pubblici. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di comprendere come gestire una procedura di contrattazione pubblica e quali variabili possano essere considerate per introdurre elementi di sostenibilità nei contratti pubblici 
  • Altre Informazioni:
    Gli studenti saranno ricevuti presso il Dipartimento di scienze giuridiche e sociali, Polo di Pescara, il mercoledì alle 16. È anche possibile concordare un appuntamento a distanza utilizzando la piattaforma Teams
     

Parte I
Il sistema delle fonti del diritto dei contratti e dei servizi pubblici.
L’amministrazione delle prestazioni: i servizi pubblici.
L’amministrazione consensuale tra diritto pubblico e diritto privato.
Principi di diritto interno e di diritto dell’Unione europea in materia di contratti pubblici.
Parte II – Predisporre e gestire un contratto pubblico
1. Preparazione e pianificazione
2. Pubblicazione e trasparenza
3. Presentazione e selezione delle offerte
4. Valutazione e aggiudicazione
5. Esecuzione del contratto
Parte III – Appalti pubblici sostenibili secondo il diritto UE
1. Comprendere l’ampiezza e i limiti della discrezionalità nel diritto europeo dei contratti
2. Il rapporto tra politiche economiche e ambientali dell’Unione Europea

Parte I
Il sistema delle fonti del diritto dei contratti e dei servizi pubblici.
L’amministrazione delle prestazioni: i servizi pubblici.
L’amministrazione consensuale tra diritto pubblico e diritto privato.
Principi di diritto interno e di diritto dell’Unione europea in materia di contratti pubblici: concorrenza, pubblicità, trasparenza, accountability ed efficienza.
Ambito di applicazione soggettivo e oggettivo della disciplina dei contratti pubblici.
Tipologie contrattuali.
Parte II – Predisporre e gestire un contratto pubblico
1. Preparazione e pianificazione
1.1 Valutazione delle esigenze future 1.2. Coinvolgimento delle parti interessate 1.3. Analisi del mercato 1.4. Definizione dell’oggetto 1.5. Scelta della procedura 1.6. Pianificare la procedura
2. Pubblicazione e trasparenza 2.1. Stesura dei documenti di gara. 2.2. Definizione di capitolato d’oneri e norme. 2.3. Definizione dei criteri 65 2.4. Definizione dei termini 77 2.5. Pubblicità dell’appalto 81
3. Presentazione delle offerte e selezione degli offerenti. 3.1. Garantire una consegna di offerte conformi alle istruzioni 3.2. Avviso di ricevimento e apertura delle offerte 3.3. Valutazione e selezione delle offerte
4. Valutazione delle offerte e aggiudicazione 4.1. Costituzione del comitato di valutazione 4.2. Applicazione dei criteri di aggiudicazione 4.3. Gestione di offerte anormalmente basse 4.4. Richiesta di chiarimenti 4.5. Completamento della valutazione e decisione 4.6. Aggiudicazione dell’appalto
5. Esecuzione del contratto di appalto 5.1. Gestione della relazione con il contraente 5.2. Gestione dell’esecuzione dell’appalto 5.3. Gestione delle modifiche del contratto di appalto 5.4. Gestione di reclami e ricorsi 5.5. Risoluzione di un contratto di appalto durante il suo periodo di validità 5.6. Chiusura del contratto
6. Strumentario 6.1. Errori più comuni negli appalti pubblici 6.2. Risorse e riferimenti 6.3. Lista di controllo per la stesura del capitolato d’oneri 6.4. Lista di controllo per la verifica di appalti pubblici 6.5. Modello di dichiarazione di assenza di conflitti di interessi e di riservatezza
Parte III – Appalti pubblici sostenibili secondo il diritto UE
1. Comprendere l’ampiezza e i limiti della discrezionalità nel diritto europeo dei contratti
2. Il rapporto tra politiche economiche e ambientali dell’Unione Europea: il ruolo della Corte di Giustizia
3. Il costo del ciclo di vita negli appalti pubblici dell’Unione Europea

Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Documenti

Nessun documento in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram