• Edizioni di altri A.A.:
  • 2019/2020
  • 2020/2021
  • 2021/2022

  • Lingua Insegnamento:
    Italiano. 
  • Testi di riferimento:
    Per la preparazione all'esame si suggerisce l’utilizzo del seguente testo:
    • G.A. BENACCHIO, Diritto privato dell’Unione europea. Fonti, modelli, regole, Cedam, Padova, ult. ed. (limitatamente ai Capp. I, II, V, VI, VIII, IX).
    Ad integrazione, si consiglia lo studio del materiale normativo, dottrinale e giurisprudenziale oggetto di analisi e approfondimento nell'ambito delle lezioni (e messo a disposizione, anche per i non frequentanti, sulla piattaforma di cloud storage dedicata al Corso e accessibile a tutti gli studenti che ne facciano richiesta al docente). Le predette fonti del diritto europeo dei contratti possono essere reperite, in formato editoriale, nel volume:
    • F.P. PATTI, R. SCHULZE, P. SIRENA e R. ZIMMERMANN, Diritto privato europeo. Testi di riferimento, Giappichelli, Torino, 2017, ult. ed.
    È altresì indispensabile l’utilizzo di un codice civile aggiornato. A tal proposito, si consiglia:
    • G. PERLINGIERI e M. ANGELONE, Codice civile con Costituzione, Trattati UE e FUE, Leggi complementari e Codici di settore, 2ª ed., ESI, Napoli, 2021. 
  • Obiettivi formativi:
    Al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi formativi del Corso di Studio, il Corso si propone di fornire alla peculiare figura di giurista che si intende formare un quadro completo e aggiornato del diritto europeo ed internazionale dei contratti, delineandone le tendenze evolutive (tanto in chiave storica quanto in prospettiva futura) ed enucleando i contenuti precettivi delle norme di “hard” e “soft law” che lo disciplinano.

    Al termine del processo di apprendimento:
    - Conoscenza e comprensione: gli Studenti devono aver acquisito le conoscenze e le competenze utili per operare come giuristi nell’ambito dei rapporti commerciali aventi elementi di transnazionalità e per risolvere i casi concreti e i problemi giuridici sottesi alla contrattazione che si svolge nei mercati europei e globali.
    - Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli Studenti sono in grado di utilizzare principi, categorie e istituti oggetto di studio per comprendere le questioni dottrinali o per elaborare soluzioni relative alle fattispecie concrete sottoposte alla loro attenzione.
    - Autonomia di giudizio: gli Studenti sono in grado di dimostrare competenza nell’analizzare – con autonoma capacità di approfondimento critico – i principi, le categorie e le discipline oggetto di studio.
    - Abilità comunicative: gli Studenti sono in grado di esporre in modo adeguato e con padronanza del linguaggio tecnico della disciplina, le tematiche oggetto del Corso nonché i risultati maturati nello studio individuale.
    - Capacità di apprendimento: gli Studenti devono padroneggiare gli strumenti disciplinari, concettuali e operativi al fine di applicare e aggiornare in autonomia le conoscenze acquisite. Gli Studenti sono altresì in grado di mettere in collegamento – utilizzando le fonti normative, giurisprudenziali e dottrinali – quanto appreso nell’ambito di altri insegnamenti del Corso di Laurea. 
  • Prerequisiti:
    Per un proficuo apprendimento, si danno per acquisite le conoscenze istituzionali relative al diritto privato dei contratti. 
  • Metodi didattici:
    L’erogazione dell'insegnamento avverrà sulla base di lezioni frontali corredate da seminari ed esercitazioni. 
  • Modalità di verifica dell'apprendimento:
    In coerenza con gli obiettivi formativi e i risultati di apprendimento attesi nonché con i metodi didattici adottati, per la verifica dell'apprendimento è prevista, a conclusione del ciclo di lezioni ed esercitazioni (verifica ex post), una prova finale orale consistente in 3-4 domande volte ad accertare la capacità di inquadramento sistematico, la proprietà di linguaggio, le capacità di collegamento tra gli istituti, la chiarezza nell’esposizione riguardo al programma d’esame. Il voto finale va da 1 a 30 con lode, secondo le seguenti modalità: 1-17, insufficiente; 18-21, sufficiente; 22-24, discreto; 25-27, buono; 28-29, molto buono; 30-30 con lode, eccellente.
    Possono altresì essere previste verifiche intermedie (in itinere), facoltative e riservate ai soli frequentanti. 
  • Sostenibilità:
    Questo insegnamento tratta argomenti connessi al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU e in particolare:
    - Obiettivo 4: Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti;
    - Obiettivo 8: Lavoro dignitoso e crescita economica;
    - Obiettivo 10: Ridurre le disuguaglianze;
    - Obiettivo 12: Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo. 
  • Altre Informazioni:
    E-mail: marco.angelone@unich.it.

    Giorni ed orario di ricevimento studenti:
    • (I Semestre): martedì, ore 13:00;
    • (II Semestre): mercoledì, ore 11:00.

    La tesi di laurea va concordata per tempo e deve essere consegnata al docente con congruo anticipo rispetto alla data prevista per il deposito dell'elaborato presso la Segreteria. 

Il Corso intende procedere alla trattazione delle principali questioni che il moderno diritto dei contratti solleva nella sua dimensione sovranazionale. In linea con gli obiettivi formativi, particolare attenzione è dedicata al composito complesso di fonti europee ed internazionali che – a vario titolo e con diversa intensità – incidono sulla disciplina generale del contratto come pure all’opera di uniformazione e armonizzazione che ha interessato gli istituti negoziali.
Si affronterà altresì il ruolo centrale assunto dalla tutela dei contraenti c.dd. deboli e la sua incidenza nella trasformazione e nell’evoluzione del diritto privato.

Il programma del Corso si incentra sui seguenti temi:
– l’uniformazione internazionale del diritto civile e commerciale;
– i progetti di armonizzazione del diritto europeo dei contratti: l’acquis communautaire e le iniziative dell’Unione europea;
– gli istituti del diritto contrattuale generale nella loro dimensione sovranazionale: libertà contrattuale e limiti; elementi essenziali e conclusione del contratto; responsabilità precontrattuale; interpretazione e integrazione; vizi genetici, vizi funzionali e relativi i rimedi.
– il diritto internazionale privato e legge applicabile al contratto connotato da elementi di transnazionalità.
In particolare, avendo riguardo al diritto della concorrenza dell’Unione europea e ai poteri di regolazione delle autorità indipendenti, particolare attenzione sarà dedicata ai connotati:
– della contrattazione tra professionisti e consumatori (“B2C”) e sugli strumenti di tutela del contraente debole anche sul versante giudiziale (class action a tutela dei consumatori);
– e della contrattazione tra imprese (“B2B”), con approfondimenti mirati in merito alla disciplina del contratto di franchising; di subfornitura e all’abuso di dipendenza economica; dei ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali.

Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Documenti

Nessun documento in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram